Vegan Tiramisu (updated version)

Dec 05, 2016

Food, Dessert
#dairy-free #eggless #soy-free #vegan #vegetarian
Leggi in italiano

Tiramisu is one of the most famous typical Italian desserts. It’s creamy, has different textures, and, even if it contains coffee, kids love it either! Here, my ultimate version.

First thing first, I realized how cool blog loving is, so I suggest to follow my blog there. Thanks so much!

You may – or may not – remember my first tiramisu. It was delicious but not perfect, so I knew that I’d love to try a new and updated version soon. But I’m not the kind of person who tries 5 times to find the perfect recipe, I just like cooking something new every time. That’s the reason why I needed 1 year and a half to make tiramisu again – sorry guys. I made it for our Thanksgiving potluck – it’s a totally festive dessert, so pin it for your vegan Christmas or New Year’s eve celebration. Yes, because the dessert is entirely vegan, and also quite healthy : no processed ingredients, whole grains, and coconut based sweeteners. Yes, since it contains coconut milk and cashews, it’s not a light or fat-free dessert, but if you don’t eat half of it in 15 minutes your shape won’t be wrecked.

It’s the perfect dessert : it’s so creamy and soft, that your tongue will start a dance in your mouth savoring each different taste – the slight flavor of coconut, the coffee aroma, the bitter of the light coat of cacao powder. Even L., who doesn’t have a sweet tooth, got seduced by it. A less long chit chat today, let’s go to the most delicious part!

Prima cosa : ho da poco scoperto quanto è figo blog loving (si, buongiorno Vale), quindi se ancora non siete iscritte/i, fatelo e seguite Sweet Kabocha. Grazie mille!

Non so se vi ricordate il mio primo tiramisù. Era molto buono, ma non perfetto, quindi sapevo già dalla prima sforchettata che avrei voluto tentare una seconda versione. Purtroppo non sono il tipo di food blogger che prova una ricetta 4 volte per trovare la combinazione perfetta, anche perché quando cucino qualcosa, specie dolce, tocca a me mangiarmi tutta la torta/teglia di muffin (sia ringraziato il freezer) e di certo non ho intenzione di mangiarmene una razione quadruplicata. Questa è la ragione per cui è passato un anno e mezzo. Ops. Ho deciso di prepararlo nuovamente in occasione del Ringraziamento : è infatti un dolce perfetto per le feste, quindi segnatevelo per Natale o l’ultimo dell’anno! è totalmente vegan e piuttosto salutare (non contiene ingredienti raffinati, ma farina integrale e dolcificanti alternativi). Ovviamente, contenendo latte di cocco e anacardi a volontà, non si tratta certamente di un dolce leggero e senza grassi, ma per festeggiare ci sta, e se non ne mangiate mezza teglia da soli (ehm) la vostra linea non avrà alcun problema!

È un dolce perfetto per tutti : è così soffice e cremoso che la vostra lingua danzerà nella vostra bocca assaporando ogni sfacettatura del suo sapore, dall’aroma di cocco, a quello del caffè, alla leggera amarezza della polvere di cacao. Persino L, che non ama i dolci, l’ha davvero apprezzato. Chiacchierata corta oggi, passiamo alla ricetta!

Vegan Tiramisu (updated version)
Vegan Tiramisu (updated version)
Vegan Tiramisu (updated version)
Vegan Tiramisu (updated version)

THE RECIPE

I used 1 can of full-fat and one of light coconut milk.
As coffee, I used a 3-serving-moka espresso, but you can use whatever coffee you have at home, even herbal coffee – especially if you’re going to serve it to kids.

[ for a 8”/ 20cm square cake pan ]

ingredients
for the cream

80 g arrowroot flour
2 can of coconut milk – see notes
1/2 cup (120 ml) coconut nectar
2 cups (250 g) raw cashews
1 little lemon, squeezed + water to reach 1/2 cup

how to
In a saucepan mix arrowroot flour and milk and bring to boil whipping to prevent lumps. When the sauce thickens, remove from the flame, add coconut nectar and stir to incorporate. Put the sauce into a bowl, cover, let it cool and reserve in fridge.

Soak cashews overnight.

Next morning strain cashews, blend with lemon juice + water until smooth. Add into the blender the coconut milk cream from the fridge and blend again. You may need to divide the cream in half to blend it until smooth – my Vitamix started to smell weird!

for the sponge
3 tbsp (18 g) chickpea flour
1/2 + 1/8 cup (150 ml) hot water
3/4 cup (100 g) coconut sugar
2 tbsp (30 ml) avocado oil
3/4 cup (120 g) whole wheat pastry flour
2 tsp baking powder
1/4 + 1/8 cup (50 g) arrowroot flour

Preheat oven to 375°F / 190°C.

In a bowl, whisk together chickpea flour and hot water, add sugar and oil and beat constantly. Add flour, baking powder, and arrowroot. Transfer to pan and bake for 15-18 minutes. Let it cool completely on a rack before slicing it in 2 layers.

to assemble
1 cup coffee – see notes
1/2 tbsp cacao powder

Put the first layer of sponge in the same pan you used to bake it, pour 1/2 the coffee covering the whole surface ; spread 1/2 the cream, add the second layer of cake, pour the leftover coffee, spread the other 1/2 of the cream and coat with cacao using a little colander.

Let it set in the fridge for at least 4 hours – but I strongly suggest to let it there for 24 hours before serving!

LA RICETTA

In questo caso ho usato una lattina di latte di cocco intero e una di latte di cocco light.
Per il caffè ho utilizzato una moka da 3, ma potete tranquillamente usare qualsiasi caffé abbiate a casa, anche caffè d’orzo, specie se avete intenzione di servirlo a bambini.

[ per una teglia quadrata da 20cm ]

ingredienti
per la crema

80 g arrowroot (fecola di maranta)
2 lattine di latte di cocco – vedi note
1/2 cup (120 ml) nettare di cocco
2 cups (250 g) anacardi crudi
1 piccolo limone, spremuto, + acqua per raggiungere la 1/2 cup (120 ml)

procedimento
In un pentolino mescolate la fecola e il latte e portate a bollore mescolando con una frusta. Quando si sarà addesnata, toglietela dal fuoco, aggiungete il nettare di cocco e mescolate fino a combinare perfettamente il tutto. Versate la crema in una ciotola, copritela, fatela raffreddare e conservatela in frigorifero.

Ammollate gli anacardi per una notte.

La mattina successiva, scolate di anacardi, frullateli con il succo di limone e l’acqua fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungete anche la crema di cocco e frullate nuovamente. Io ho dovuto dividere la crema e frullarla in 2 step, per evitare di far fondere il Vitamix!

per il simil-pan di spagna
3 cucchiai (18 g) farina di ceci
1/2 + 1/8 cup (150 ml) acqua calda
3/4 cup (100 g) zucchero di cocco
2 tbsp (30 ml) olio di avocado (o d’oliva)
3/4 cup (120 g) farina integrale macinata sottile
2 tsp lievito per dolci
1/4 + 1/8 cup (50 g) arrowroot (fecola di maranta)

Accendete il forno a 190°C.

In una ciotola mescolate con una frusta la farina di ceci con l’acqua, aggiungete quindi lo zucchero e l’olio sbattendo il tutto. Aggiungete infine farina, lievito e fecola e mescolate. Versate nello stampo e infornate per 15-18 minuti. Lasciate raffreddare completamente su una grata prima di tagliare il pan di spagna in due strati.

per assemblare
1 cup (250 ml) coffé- vedi note
1/2 cucchiaio polvere di cacao (crudo, se possibile)

Mettete il primo strato di pan di spagna sul fondo della teglia (in cui l’avete precedentemente cotto), versate 1/2 porzione di caffè per bagnare la base, spalmateci sopra metà della crema ; coprite poi con il secondo strato di pan di spagna, bagnate con il rimanente caffè, versate il resto della crema e cospargete la superficie con il cacao attraverso un colino fitto.

Lasciate riposare in frigo per almeno 4 ore (ma meglo ancora 24) prima di servirlo.

the_blue_bride